Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Nel Jukebox del Sessantotto

4 febbraio 1968
Locarno
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua

Negli anni Sessanta, la domenica, la TSI offriva un programma intitolato «Sette giorni». Andava in onda alle 19:55 ed offriva la cronaca della settimana televisiva appena trascorsa e le anticipazioni di quella che stava per iniziare. La sera del 4 febbraio 1968 andò in onda un video del gruppo rock locarnese «Night Birds» che interpretavano il brano «Richard Cory».

Tra il 1965 e il 1969 il complesso musicale pubblicò cinque singoli, quattro dei quali per la prestigiosa Columbia /EMI Italiana.

I «Night Birds» sono stati degli anticipatori di mode musicali e di costume. Intensa l'attività concertistica della band, con tappe in templi del pop come il Piper di Milano o l'Hirschen di Zurigo. Fecero da spalla ai Deep Purple e agli Yes. Il declino dei «Night Birds» iniziò proprio nel 1968, quando il cantante William Mazzoni e i chitarristi Roby Wezel e Chris Ackerman decisero di lasciare. Subentrò il minusiense Corry Knobel, chitarrista, che firmò i brani del quinto e ultimo singolo dei «Night Birds», Someone' s call. Nel 1970 si concluse ufficialmente la storia di uno dei più importanti e innovativi gruppi della storia del rock svizzero.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
9 aprile 2018
509 visualizzazioni
0 likes
0 commenti
1 dossier
00:02:57
Già 586 documenti associati a 1960 - 1969

Dossier:

La rete:
Sponsor:
3,036
1,525
© 2019 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.