Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Il pittore Massimo Cavalli

7 novembre 1969
RSI Radiotelevisione svizzera di lingua

Pittore, incisore e insegnante nato a nel 1930 a Locarno e morto nel 2017 a Massagno, Massimo Cavalli si diplomò all'Accademia di Brera a Milano nel 1954. Tra il 1960 e il 1961, ospite dell'Istituto svizzero, fu a Roma, dove conobbe Mafai, Leoncillo e l'incisore Ciarrocchi. Dal 1962, quando ebbe uno studio a Milano che mantenne fino al 1980, la sua attività si svolse tra la capitale lombarda e il Ticino. A Milano conobbe e frequentò i colleghi Della Torre, Olivieri, Vago, Lavagnino, Repetto e Gianfranco Fasce.. Pittore e incisore, realizzò anche pitture murali e fornito disegni per mosaici, vetrate e per un arazzo. Il percorso espositivo degli anni milanesi registra le significative tappe alla Galleria Annunciata (1963) e alla Galleria del Milione (1967); poi alla Galleria Bergamini (1993), di Torino, Franco Masoero Edizioni d'arte (1993) e quella presso il Cabinet des estampes al Museo Jenish di Vevey nel 1996. Insegnante di incisione al Centro scolastico industrie artistiche (CSIA) a Lugano dal 1974 al '92, nel 1990 Massimo Cavalli fu nominato membro della Commissione cantonale delle belle arti. Vive e lavora a Lugano-Massagno.

Il critico d'arte Matteo Bianchi è l'autore della voce che al pittore ticinese dedica «SIKART Dizionario sull'arte in Svizzera», dove si legge: «Capacità di sintesi e controllo mentale esercitati sull'immagine corrispondono a un'attitudine specifica della poetica di Cavalli, pittore-incisore bilingue. Il percorso resistente compiuto dall'artista, teso alla lucida definizione dell'immagine nel solco informale, si riassume in una risposta colta alla vitalità dell'istinto. Padronanza dello stile e controllo dell'emozione conferiscono un'originale tenuta all'immagine approntata dall'artista in linea evolutiva.»

Realizzato da Paul Lehner e Mario Barzagnbini, andato in onda il 7 novembre 1969, questo servizio fu realizzato a Milano (ma con riprese anche in Vallemaggia) per il programma televisivo «Misure» prodotto da Sergio Genni.

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
22 novembre 2018
215 visualizzazioni
0 likes
0 commenti
0 dossier
00:14:56
Già 777 documenti associati a 1960 - 1969
La rete:
Sponsor:
3,832
1,588
© 2019 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.