Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Video 1/8 – La giovinezza

12 febbraio 2019
Fabio Dozio e Paul Nicol
Atte-Museo della Memoria

Con l’autorevolezza dei suoi 88 anni, Alberto Lepori parla della sua prima fase della vita. Trascorre l’infanzia e la gioventù a Massagno, nella casa paterna - costruita dal nonno al rientro dall’emigrazione - con un giardino di 4 mila mq di terreno, con i fratelli, le sorelle e i cugini. Proviene da una famiglia cattolica, ma indipendente, la mamma discende da una famiglia liberale. Il padre è sempre stato impegnato nella chiesa e in politica con una certa autonomia. Vive le prime esperienze sociali nell’Azione cattolica, in seguito presso gli esploratori e la società sportiva SAM; tutti gruppi ristretti poiché, allora, Massagno era un piccolo comune. È stato attivo nell’Azione Cattolica di cui in seguito diventerà presidente cantonale e nelle società studentesche Gaunia di Lugano, facente parte della società svizzera Lepontia. A 25 anni si approccia alla politica nella Guardia di Luigi Rossi entrando nel comitato “Il comando” con l’incarico di occuparsi del quindicinale “Il guardista”, trampolino di lancio per la sua futura carriera di giornalista.

Visita anche Lepontia | (lepontiacantonale.ch)

Torna al dossier Intervista ad Alberto Lepori cliccando qua.

Archivio Museo della Memoria: MDM0566

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
14 gennaio 2022
15 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
00:06:04
La rete:
Sponsor:
7,904
2,359
© 2022 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.