Le informazioni di membri e visitatori sono analizzate in modo anonimo per fornire il miglior servizio possibile e rispondere a tutte le esigenze. Questo sito utilizza anche dei cookies, ad esempio per analizzare il traffico. Puoi specificare le condizioni di archiviazione e accesso ai cookies nel tuo browser. Per saperne di più.

Intervista al dott. med. Elio Canevascini

2016
Fausto Calderari, Vicenzo D'Apuzzo
Atte-Museo della Memoria

Film partecipante al concorso ATTE-MdM-Video Autori Ticino 2016.

Testimonianza del dott.med. Elio Canevascini (1913-2009), primario di chirurgia all’ospedale di Mendrisio fino al 1987.

L’intervista è stata realizzata in occasione dell’inaugurazione dell’Ospedale Beata Vergine, avvenuta il 7 settembre 1990. Il dott. Canevascini ( 77 anni) è intervistato dal collega pediatra dott.med. Vincenzo D’Apuzzo. Elio Canevascini parla delle difficoltà per la realizzazione del nuovo ospedale che andava assolutamente rinnovato viste le vecchie, enormi camerate e la vetustà delle strutture tecniche delle sale operatorie. La costruzione fu inizialmente realizzata grazie a un sostanzioso lascito del Conte Alfonso Turconi (1738-1805) Alfonso Turconi – Alfonso Turconi - Wikipedia, che nel 1803 lasciò i suoi beni per un ospizio per poveri. Più avanti nel tempo divenne ospedale e, in seguito, grazie alla collaborazione di Pietro Monetti (1904-19759) Monetti, Pietro (hls-dhs-dss.ch), deputato al Gran Consiglio, nacque l’attuale Ente Ospedaliero. La testimonianza di Canevascini, ortopedico in particolare, dimostra come in quegli anni interveniva in qualsiasi ambito della chirurgia.

La giuria del concorso si era divisa su chi riteneva troppo impressionanti le immagini degli interventi chirurgici all’anca e poco proponibili per il MdM, e chi li riteneva storici e da proporre , pensando all’autonomia dello spettatore di scegliere se guardarli o meno.

Noi del MdM abbiamo deciso di presentarvele.

GLI AUTORI

Vincenzo D’Apuzzo, figlio d’arte non solo per professione; suo padre era medico di famiglia a Bellinzona e ha fondato con i compianti Tonino Borsa, Enrico Conti e Franco Bernardoni l’ABCD (Associazione Bellinzonese Cine-video Dilettanti). Ha pure fondato con alcuni amici il VAM (Video Autori Mendrisiotto), decidendo insieme di creare una società che producesse solo video e non più film. Ha sempre avuto la passione per la regia. Ha diretto il suo primo film sceneggiato amatoriale a 16 anni. Si è occupato della regia video di moltissime produzioni del VAM e ha realizzato un lungometraggio nel 2009 e uno nel 2019, “Binario 212”, con attori e personale amatoriale.

Fausto Calderari è film-maker. Ha iniziato da giovane girando inizialmente in 16 mm, producendo documentari a livello amatoriale. Cofondatore del VAM nel 1983 è stato da sempre il 1° cameramen del VAM. Ha praticamente cablato e costruito il primo Carro Regia del VAM da solo. Un carro che viene rimpianto ancora oggi per esser stato liquidato da un nuovo comitato in men che non si dica, per acquistarne un secondo che è poi stato venduto.

VAM Video Autori Mendrisiotto videovam.ch

ABCD Associazione Bellinzonese Cine-video Dilettanti abcdvideo.ch

Vai al dossier Concorso video autori ATTE 2016

Archivio Museo della Memoria: MDM0493

Devi essere registrato in per poter aggiungere un commento
Non ci sono ancora commenti!
2 dicembre 2020
53 visualizzazioni
0 likes
0 preferiti
0 commenti
1 dossier
00:06:12
Già 1,409 documenti associati a Dopo 2000

In questo documento:

Elio Canevascini

Dossier:

La rete:
Sponsor:
7,294
2,165
© 2021 di FONSART. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da High on Pixels.